La via del nemico, un conflitto tra due icone del cinema: Forest Whitaker e Harvey Keitel

In La via del nemico, il regista franco algerino Rachid Bouchareb usa lo sfondo dei paesaggi del Nuovo Messico per riunire due icone viventi del cinema americano: Harvey Keitel (Premio Orso d’argento per Smoke e numerosi film alle spalle tra cui Grand Budapest Hotel, Le iene…) e Forest Whitaker (Premio per la Miglior Interpretazione in Bird di Clint Eastwood e Oscar al Miglior attore in L’ultimo re di Scozia).

Nel cast ritroviamo anche l’inglese Brenda Blethyn, la messicana Dolores Heredia, il portoricano Luis Guzman e la leggendaria americana Ellen Burstyn.

In competizione al festival di Berlino 2014, La via del nemico racconta il cammino verso la redenzione intrapreso da Garnett (Forest Whitaker). Dopo 18 anni di reclusione in Nuovo Messico per l’omicidio un poliziotto del posto, ha un unico pensiero: inserirsi di nuovo nella società e ricominciare una vita normale. Spera che la nuova fede musulmana lo aiuti non solo a lavare via il sangue dalle sue mani ma, soprattutto, a resistere agli scatti di rabbia incontrollabile che fanno ancora ribollire il suo sangue. La sua sorvegliante, Emily Smith (Brenda Blethyn), lo aiuterà durante questa battaglia. Ma il passato di Garnett non lo abbandona. Lo sheriffo Bill Agati (Harvey Keitel) vuole vendicare la morte del suo vice, avvenuta vent’anni prima.  

Adattato dal famoso Due contro la città del francese José Giovanni (1973), con Alain Delon e Jean Gabin, La Voie de l’Ennemi, mostra innanzi tutto un tormento interiore, reso alla perfezione dall’interpretazione di Whitaker. Racconta di una lotta all’ultimo sangue tra la volontà di cambiare, simboleggiata dalla conversione religiosa, e i terribili demoni interiori, che si manifestano con rabbia e violenza. Una battaglia persa in partenza, poiché sono questi demoni interiori a trascinarlo nel circolo vizioso.

Il nono lungometraggio di Rachid Bouchareb, dopo Days of Glory, Uomini senza legge e London River, compare nella categoria Uomini tutti d’un pezzo di Walk This Way. Tutto da gustare questo 22 aprile sulle piattaforme pay-per-view di otto paesi europei (Spagna, Italia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Austria, Repubblica Ceca e Ungheria).

martedì 7 aprile 2015, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube