Vanishing Waves: un mare d'amore

Il cinema di genere in paesi con una limitata produzione cinematografica è una rarità, e può incontrare scarsa considerazione o anche stupore. Ma pur non essendo nel territorio dei blockbuster hollywoodiani, il lituano Vanishing Waves (titulo originale: Aurora) di Kristina Buožytė cerca di unire un intelligente racconto di fantascienza ad una storia (terrena) d'amore e passione. Il film è stato proposto in anteprima nel concorso East of the West a Karlovy Vary 2012, dove e stato vincitore di una Menzione Speciale.

Lukas (Marius Jampolskis) è uno scienziato che partecipa ad un esperimento che lo porta nella testa di uno sconosciuto paziente in coma. Quello che ottiene inizialmente è un'esplosioni di suoni e immagini ma, a breve, vede una donna sconosciuta (Jurga Jutaite). Ogni volta che si riconnette al paziente scopre qualcosa in più su di lei, e così si innamora appassionatamente di qualcuno (o qualcosa) che potrebbe essere anche solo frutto dell'immaginazione del paziente. Presto la torrida relazione sognata comincia ad avere effetti sulla sua vita reale: le cose iniziano ad andare male, e dovrà scoprire chi è la persona in stato comatoso e quanto sia reale la donna del sogno.

Vanishing Waves prende spunto dai tanti lungometraggi di fantascienza del passato est-europeo, pieni di costruzioni scientifiche bianco ghiaccio e panorami impressionistici. L'effetto è spesso forte, grazie al bel contrasto tra mondo reale e le strane terre nuove che Lukas esplora. I protagonisti riescono a dare una dimensione umana alle cose con una performance complessa e intensa, e un'atmosfera unica al film.

Vanishing Waves si è lentamente costruito una solida reputazione, raccoltando primi (Méliès d'oro del miglior film fantastico europeo del 2012, Premio della Giuria al Neuchatel International Fantastic Film Festival e al Palic International Film Festival…) e riuscendo a superare i confini del genere e attrarre pubblico. Il film sarà in linea il 15 luglio in video on demand in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Turchia. La pellicola fa parte della collezione Storie d'amore inaspettate di Walk this Way.


venerdì 24 luglio 2015, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube