Dany Boon interpreta un ipocondriaco in Supercondriac

Il comico Dany Boon, re della commedia francese, sbarca in video on demand! Qualche anno dopo l’enorme successo al botteghino di Giù al Nord(visto nel solo 2008 da 20,48 milioni di persone in Francia e con simili risultati all’estero, compreso un remake italiano di successo) e Niente da dichiarare?del 2010, Dany Boon scrive, dirige ed interpreta il suo quarto lungometraggio, Supercondriac. Questa commedia popolare vede anche la seconda collaborazione tra l’attore e il suo celebre compagno di schermo, Kad Merad.

La storia di Supercondriac segue le vicende di Romain Faubert (Dany Boon), quarantenne scapolo e senza figli. Il suo lavoro,fotografo per una rivista online di medicina, non fa altro che alimentare l’ipocondria che ormai governa la sua vita, tra preoccupazioni, nevrosi e fobie di germi e malattie. Come unico amico, il medico di base Dimitri Zvenka (Kad Merad), ormai pentito amaramente di essere entrato in confidenza con l’invadente paziente che è costretto a seguire da più di 20 anni. Per liberarsene quindi, mette in moto un originale piano: aiutare Romain a trovare la donna dei suoi sogni. Per riuscirci, lo invita a feste, lo iscrive a siti d’incontri e gli insegna l’arte della seduzione. Trovare l’anima gemella all’amico si rivela tuttavia più difficile del previsto.

Nella pellicola, Dany Boon si prende gioco della propria fobia ossessiva per le malattie, sottolineando come “l’ipocondria non sia un soggetto tipico per una commedia, dato che le sue connotazioni negative tendono ad esaurirsi troppo velocemente. La mia idea era di illustrare giorno per giorno le difficoltà che un ipocondriaco deve affrontare per formare delle relazioni umani nella società (...) ed ero affascinato dallo scoprire come un tale individuo potesse trovare l’amore nonostante le proprie nevrosi…”

Nei primi minuti del film, il focus è tutto sulla malattia, il che permette al noto comico di esibirsi in tutte le sue caratteristiche espressioni, grida e buffonerie. Man mano che la storia procede, il tema cambia, mostrandoci i due protagonisti (Romain e Dimitri, accompagnati dalla sorella di quest’ultimo, Anna, interpretata da Alice Pol e Anton Miroslav, Jean-Yves Barteloot) nell’immaginario stato del Tcherkistan (scene queste filmate in Ungheria). Qui Romain è costretto ad ammettere come la sua ipocondria non sia che una banale faccenda in confronto ai veri problemi della vita.

Distribuito in più di 800 sale nel febbraio del 2014, Supercondiac ha registrato 1,7 millioni di presenze al botteghino nei primi 5 giorni, diventando così il film francese di maggior successo dal 2011 e dal precedente Niente da dichiarare? Sul sito “Walk This Way” il film si piazza secondo tra i film più visti in Francia nel 2014 con 5,2 millioni di spettatori, dietro a Non sposate le mie figlie! di Philippe de Chauveron ma prima di Lucy di Luc Besson, arrivando nono tra i film francesi più visti all’estero lo stesso anno.

Un anno e mezzo dopo l’uscita nelle sale francesi, questa esilarante commedia per famiglie, della durata di 107 minuti, sarà disponibile in Danimarca, Svezia, Norvegia, Gran Bretagna, Irlanda, Repubblica Ceca, Slovacchia  Finlandia a partire dal 1 settembre 2015 come parte della collezione di nove Commedie Francesi.

lunedì 7 settembre 2015, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube