Mathieu Kassovitz in 10 films

L’attore francese Mathieu Kassovitz è nel cast del thriller originale Un perfetto sconosciutodi Matthieu Delaporte, il cui precedente lungometraggio, Cena tra amici, ha avuto grande successo nel 2012.

Magistralmente interpretato dall’attore, affiancato da Marie-Josée Croze, il film esplora la crisi d’identità della spersonalizzazione con un personaggio usurpatore d’identità con un’eccezionale abilità, che si comporta “come un killer seriale che non passa all’azione”.

Mentre Un perfetto sconosciuto sarà in programma a partire dal 4 aprile, insieme ad altri 7 titoli nella collezione Uomini tutti d’un pezzo, vi proponiamo un excursus sugli altri 10 film che hanno segnato la carriera di questo regista impegnato, attore dalle molteplici sfaccettature. Carriera:

L’odio di Mathieu Kassovitz, 1995

Tre amici di una periferia ordinaria vivranno la giornata più importante della loro vita dopo una notte di sommossa. Il film è in bianco e nero e interpretato Vincent Cassel (La Bella e la Bestia, Il monaco), L’odio è considerato un classico dei film di città apprezzato a livello nazionale e internazionale, anche da Jodie Foster.

Un héros très discret di Jacques Audiard, 1995

Inverno 1944/1945. Mathieu Kassovitz interpreta un uomo che non ha partecipato alla Seconda guerra Mondiale, ma si è spacciato per un eroe, inventandosi una vita ammirevole.

I fiumi di porpora di Mathieu Kassovitz, 2000

In questo thriller, adattato dal best-seller omonimo di e Jean-Christophe Grangé, due poliziotti (Vincent Cassel e Jean Reno) si vedono affidare due casi complicati. La terribile verità supererà la loro immaginazione… 

Il favoloso mondo di Amélie di Jean-Pierre Jeunet, 2001

Mathieu Kassovitz interpreta lo strano principe azzurro Nino Quincampoix, di cui s’innamora la frizzante Amélie. Una creazione brillante, nominata agli Oscar nel 2002.

Amen di Costa-Gavras, 2002

Mathieu Kassovitz interpreta un giovane gesuita che, insieme a un ufficiale tedesco delle SS, cerca di informare Papa Pio XII e gli alleati del genocidio degli ebrei nei campi di concentramento.

Munich di Steven Spielberg, 2006

Mathieu Kassovitz è nel cast internazionale di Munich, insieme a Daniel Craig e Eric Bana. Ispirato a fatti reali, Munich parla della presa in ostaggio degli atleti israeliani da un commando palestinese durante i Giochi olimpici di Monaco nel 1972.

L’Ordre et la morale di Mathieu Kassovitz, 2011

Segnando il ritorno di Matthieu Kassovitz davanti e dietro la telecamera, L’Ordre et la Morale ripercorre un’epopea violenta e cupa della presa in ostaggio di alcuni gendarmi da parte di indipendentisti kanaki in Nuova Caledonia nel 1988. 

La vie d’une autre di Sylvie Testud, 2012

Maria (Juliette Binoche) si sveglia e non ricorda 15 anni della sua vita. Ha quattro giorni per riconquistare l’uomo della sia vita: Mathieu Kassovitz.

Vie sauvage di Cédric Khan, 2014

Mathieu Kassovitz è Philippe Fournier. Decide di non portare i suoi figli di 6 e 7 anni alla madre, detentrice della custodia. Inizia una fuga di 11 anni attraverso la Francia. Il film si basa su un fatto di cronaca. 

Le bureau des légendes, serie TV, 2015

Una nuova serie di Canal + che ha avuto grande successo: l’attore interpreta una spia francese richiamata in Francia dopo sei anni sotto copertura a damasco. Ma il ritorno alla vita normale è più complicato del previsto… 

venerdì 1 aprile 2016, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube