Walk This Way presenta cinque western contemporanei

Il western è il genere cinematografico per eccellenza, che celebra il mito dell'eroe solitario in un mondo selvaggio e senza regole, libero dalle costrizioni del mondo civilizzato e della società capitalista. Guidato dagli ideali immutabili dell'onore e della libertà, il manicheismo dell'eroe dei western si presta perfettamente ad incarnare le tensioni sociali e l'immaginario politico di ogni diversa epoca.

Dopo l'epoca d'oro dei western hollywoodiani (impersonata, tra gli altri, da John Wayne nei film di John Ford) e quella degli spaghetti-western di Sergio Leone, il genere è tornato ciclicamente alla ribalta, proponendo film di second'ordine ma anche capolavori come quelli di Sam Peckinpah e Clint Eastwood.

A partire dal 2010, sono stati realizzati alcuni adattamenti contemporanei di qualità sorprendente, che hanno un po' dissacrato il genere, pur restandogli fedeli. Ecco una rassegna di cinque di questi film:

Oro di Thomas Arslan, 2013

In Oro, il regista Thomas Arslan ritrae la corsa all'oro alla fine del XIX secolo, dal punto di vista di un gruppo di tedeschi (Nina Hoss) che, per una manciata di pepite, si ritrova improvvisamente nell'inferno del "selvaggio West". Un film presentato in concorso a Berlino e inserito ora nella nostra nuova collezione: Men on the Edge, disponibile in video on demand dal 4 aprile. 

Il Grinta dei fratelli Coen, 2011

Nel 2011, i fratelli Coen hanno dato nuova vita al genere western con Il Grinta, una magnifica epopea di vendetta, rinunciando, per una volta, ad ottenere il risultato desiderato servendosi delle tipiche trame eccentriche dei loro film precedenti.

The First, the Last di Bouli Lanners, 2016

Due cacciatori di taglie perlustrano una prateria sconfinata, alla ricerca di un telefono rubato, che contiene dati sensibili molto scottanti. Un road movie in versione belga contemporanea, questo di Bouli Lanners, che segue in modo inequivocabile i codici del genere western. Il film, che un quotidiano belga ha definito "un western contemporaneo incredibilmente umano", è stato anticipato in anteprima al Festival di Berlino 2016. 

La Via del Nemico di Rachid Bouchareb, 2014

Presentato al Festival di Berlino del 2014, La Via del Nemico racconta il percorso di redenzione intrapreso da Garnett. Ambientato nelle pianure del New Mexico, il film vanta due attori di culto: Harvey Keitel e Forest Whitaker. È presente dal 2015 nel catalogo di video on demand Men on the Edge di Walk This Way. Per saperne di più, clicca qui.

Django Unchained di Quentin Tarantino, 2012

Prima incursione di Quentin Tarantino nel mondo del western (seguita nel 2016 da The Hateful Eight), Django Unchained affronta i temi del razzismo e della schiavitù. Introducendo questi argomenti nell'immaginario mitologico radicato della Grande Storia Americana, riesce a produrre un capolavoro che rende con grande efficacia le questioni essenziali, pur rispettando scrupolosamente i canoni del genere.

venerdì 1 aprile 2016, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube