L’Islanda in sette lungometraggi

L’Islanda, situata al confine con il circolo polare artico, è un’incredibile terra di scoperte per turisti, esploratori… ma anche cinefili. In occasione della prossima uscita in video on-demand di Brave Men’s Blood e Life in a Fishbowl in molti paesi europei, Walk this Way propone sette lungometraggi islandesi da non perdere.

Brave Men’s Blood di Olaf de Fleur Johannesson, 2015

Determinato a smantellare una delle più importanti reti criminali islandesi, Hannes (Darri Ingolfsson, visto en Dexter e Last Resort), direttore del dipartimento degli Affari interni della polizia di Reykjavik, apre un’inchiesta su uno dei suoi tenenti, che un ex boss ha denunciato come particolarmente corrotto. Hannes percorrerà una strada molto pericolosa… Questa coproduzione islando-francese è disponibile nella collezione on-demand Men on the Edge/Uomini tutti d’un pezzo dal 4 april. Maggiori informazioni qui.

Rams - Storia di due fratelli e otto pecore di Grímur Hákonarson, 2015

Scoperto nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2015 e grande vincitore del premi islandesi del cinema 2016, Rams – Storia di due fratelli e otto pecore racconta la storia di due fratelli che non si parlano da 40 anni, costretti a unirsi in una valle isolata dell’Islanda, per salvare quello che hanno di più prezioso: le loro pecore. 

101 Reykjavík di Baltasar Kormákur, 2000

Grazie a 101 Reykjavík, che porta sullo schermo la storia di Hlynur, trentenne disoccupato che vive a casa della madre e incontra la sua amica Lola (Victoria Abril), Baltasar Kormákur ottiene un grande successo e un’ottima critica. Il celebre cineasta islandese ha recentemente realizzato 2 Guns, con Denzel Washington e Mark Wahlberg e il film d’avventura Everest, con Jake Gyllenhaal.

Life in a Fishbowl di Baldvin Z, 2014

Incluso nella sezione Award Winning Dramas, Life in a Fishbowl sarà disponibile on-demand dal 28 novembre. Questo film corale descrive tre storie intrecciate nella capitale islandese nel 2006. Maggiori informazioni qui.

Volcano di Rúnar Rúnarsson, 2011

Opera prima di Rúnar Rúnarsson, presentata alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2011. Volcano racconta il passaggio all’età adulta di un uomo di 67 anni, nel momento del pensionamento. Il nuovo film del regista, Sparrows, è stato presentato in competizione ufficiale al Festival di San Sebastián nel 2015.

Virgin Mountain di Dagur Kári, 2015

Il lungometraggio, scoperto alla Berlinale 2015, racconta la storia di Fusi, 43 anni, che vive ancora con sua madre. Il suo quotidiano è scandito dalla più monotona delle routine, finché non incontra la frizzante Alma e la giovane Hera, che sconvolgeranno le sue abitudini…

Either Way di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson, 2011

Hafsteinn Gunnar Sigurðsson presenta la quotidianità, negli anni Ottanta, di due impiegati dell’amministrazione stradale islandesi, che passano la loro estate a dipingere linee su strade sinuose che si estendono all’orizzonte. Nel 2023 è stato prodotto n remake americano, Prince Avalanche di David Gordon Green.

venerdì 1 aprile 2016, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube