Jacky nel Reame delle Donne, "una commedia romantica che si interroga sulle apparenze"

Nella Repubblica Democratica Popolare di Bubunne, sono le donne a detenere il potere e ad andare in guerra, mentre gli uomini portano il velo e si occupano della casa. Jacky ha la stessa ossessione di tutti gli scapoli del paese: sposare la Colonnella, figlia della dittatrice nota come la Generalessa, e avere molte figlie con lei. Ma quando la Generalessa decide di organizzare un gran ballo per trovare marito a sua figlia, le cose sembrano andare male per Jacky. Maltrattato dalla famiglia di sua zia, Jacky vede i suoi sogni sfumare... Uscito nelle sale francesi a inizio 2014, Jacky nel Reame delle Donne del franco-siriano Riad Sattouf uscirà in VOD in Europa a inizio settembre, nella raccolta Commedie francesi. Facciamo il punto sui principali elementi di questa commedia politicamente scorretta.

Jacky, da Pascal Brutal a Cenerentola

Jacky au royaume des filles s'inspire "d’une histoire courte publiée en 2005 dans ma série de bande dessinée Pascal Brutal [dont le héros est macho], et de Cendrillon", confie le réalisateur. "Comme tous les enfants, je me suis demandé : mais pourquoi est-ce que Cendrillon ne se rebelle pas contre sa famille qui la maltraite ? Pourquoi est ce que, quand elle finit par s’enfuir, elle cherche quand même à aller au bal comme tout le monde ? Pourquoi y-a-t-il plein de filles à la disposition d’un seul Prince Charmant ? Quand je posais ces questions, on me répondait : c’est parce que c’est comme ça, c’est la vie. J’ai donc eu envie de faire ma propre version de Cendrillon."

Un cast a 5 stelle

Molti grandi nomi del cinema francese prendono parte a questo film: oltre all’astro nascente Vincent Lacoste, nel ruolo del protagonista Jacky, Charlotte Gainsbourg (Nymphomaniac) e il regista Michel Hazanavicius (premio Oscar per The Artist), ma anche Noémie Lvosvky, Anémone, Didier Bourdon e Valérie Bonneton (apparsa in Supercondriaco – Ridere fa bene alla salute di Dany Boon, in VOD nella raccolta Commedie francesi 2015).

“Come ci apparirebbe il mondo, se invertissimo i ruoli?”

E’ la domanda che si pone Sattouf nel film, in cui gli uomini dal carattere dolce e sensibile restano a casa e si coprono, mentre le donne danno ordini e fantasticano su di loro, vedendoli come oggetti sessuali. “Nel mio film, un velo non è diverso da un vestito” spiega il regista. “Questo separa i sessi e uniformizza, ma non è specifico del mondo musulmano! Corrisponde a un’organizzazione dei rapporti umani che si ritrova ovunque sulla terra e che si chiama patriarcato: l’autorità degli uomini sulle donne. Questo è il soggetto del mio film.” Poi il regista aggiunge: “Quando mi è venuto in mente di far indossare dei veli ai personaggi maschili, lo scopo era quello di minimizzare la loro virilità. L’abito sottomette l’uomo che lo indossa, modifica la sua gestualità, costringendolo a curvarsi, e il viso fuoriesce in un modo che ne risulta completamente modificata anche la personalità.

Il mondo parallelo del film

Jacky nel Reame delle Donne ricrea un vero e proprio mondo parallelo, in cui la dittatura matriarcale è sottolineata attraverso diversi elementi, come i vestiti, la lingua, l’alfabeto e gli ambienti. “Le parole importanti e di autorità sono al femminile. Era importante illustrare la dominazione sessuale attraverso il linguaggio. Ho voluto anche uno specifico alfabeto. L’alfabeto bubunnico impone uniformità, violenza e un certo ambiente” indica il regista, che aggiunge anche: “la scelta della Georgia [come luogo per le riprese] è dovuta alla necessità di avere ambienti realisti: volevo che tutto fosse il più verosimile possibile. Questo paese possiede numerose tracce del Comunismo, nel mezzo di una natura altrettanto presente. L’ideale sarebbe stato girare in Corea del Nord!”

Riad Sattouf, uomo dai molteplici talenti

Jacky nel Reame delle Donne è il secondo lungometraggio di Riad Sattouf, dopo Il primo bacio (Quinzaine des Réalisateurs a Cannes 2009, César come Migliore opera prima 2010). Ma lo sceneggiatore-regista è soprattutto un autore di fumetti più volte applaudito da pubblico e critica, la cui serie autobiografica L’Arabe du Futur ha conquistato il Fauve d’Or al Festival Internazionale del Fumetto di Angoulême nel 2015.

Jacky nel Reame delle Donne - pubblicità :

venerdì 2 settembre 2016, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube