Vivere la vita al massimo con Walk This Way

Dopo la sua quinta collezione, This is War, Walk This Way presenta la sesta e ultima selezione di film per il 2016. Il programma di distribuzione VOD, che rende disponibili pellicole su grandi piattaforme come iTunes, Amazon, Google Play, Filmin, Flimmit, Univesciné e altre ancora, lancia la collezione Award Winning Dramas, una selezione di storie emozionanti premiate in tutti i principali festival del cinema. 

Il primo film della collezione proviene dalla Polonia, dove ha vinto quattro premi al Polish Film Awards, ed è diretto da Molgorzata Szumowska, vincitrice dell'Orso d'Argento per la miglior regia al Festival di Berlino 2015. Corpi (Body)  racconta la storia di Olga, una ragazza anoressica che, dopo la morte della madre, viene mandata in cura dal padre da una psichiatra, Anna, che è a sua volta alle prese con una grave perdita. È un film drammatico con qualche elemento di dark comedy, che suscita l'empatia del pubblico e ci aiuta a comprendere le emozioni che muovono i tre personaggi principali. Descritto da Variety come un film "con un senso dell'umorismo e punti di vista così discordanti da comporre una commedia che assomiglia a una torta di frutta cubista", Corpi è interpretato da Janusz Gajos, Maja Ostaszewska, e Justyna Suwala. Sarà disponibile in Finlandia, Irlanda, Norvegia, Svezia e Regno Unito.

Dopo essere stato selezionato per festival del calibro di Berlino, Hong Kong e Paris Cinéma, il film georgiano In Bloom arriva anche a Walk This Way per quest’ultima selezione. In Bloom, un film diretto da Nana Ekvtimishvili e Simon Groß, è girato a Tbilisi nel 1992, e racconta la storia di Eka (Lika Babluani) e Natia (Mariam Bokeria), due ragazze che si lasciano alle spalle l'infanzia ignorando completamente le convenzioni della società in cui vivono e che cercano di sfuggire alle loro turbolente situazioni familiari. Questo riuscito ritratto di amiche adolescenti è stato giudicato al pari del successo turco Mustang, e ha ricevuto recensioni entusiastiche da parte della critica di tutto il mondo. Il film sarà disponibile nella Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Polonia, Slovacchia e Svezia.

Il terzo film di questa selezione viene dall'Austria. In Macondo, un undicenne di origine cecena che vive da rifugiato a Vienna, vede la sua vita completamente rivoluzionata quando appare improvvisamente sulla scena un amico del padre defunto. Diretto dal regista tedesco Sudabeh Morteza, il film è stato presentato al Festival di Berlino, al London Film Festival, al Seattle Film Festival e all'Hong Kong Film Festival, dove ha vinto il premio Golden Firebird. Macondo è stato descritto da Indiewire come "un dramma intenso e toccante, centrato sull'interpretazione eccezionale del piccolo protagonista". Il film sarà disponibile in Danimarca, Germania, Italia, Spagna e Svezia.

Life in a Fishbowl è il film successivo, incentrato sulle vicende di tre persone diverse tra loro che si trovano costrette ad accettare le proprie scelte passate e presenti per poter andare avanti e aiutare chi vive accanto a loro. In questa storia, raccontata da più punti di vista, il regista islandese Baldvin Zophoniasson si concentra sui temi della maternità, dell'inganno e dell'alcolismo. Il film è stato ben accolto dalla critica di tutto il mondo, aggiudicandosi ben 12 Edda Awards, i premi cinematografici più importanti in Islanda. Questo dramma sociale rappresenta uno dei più grandi di sempre nel cinema islandese ed è stato paragonato ai lavori dello scrittore e regista messicano Guillermo Arriaga (21 grams, Babel). Il film sarà disponibile in Austria, Belgio, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, e Regno Unito.

In Global Player, il regista tedesco Hannes Stöhr racconta la storia dei Bogenschueltz, una famiglia della classe media che si batte per avere successo nel mondo degli affari ai tempi della globalizzazione. Descritto come una commedia ironica, il film è un vero successo di pubblico e riesce a portare umanità e sentimenti nel mondo delle transazioni economiche globali. Questo è il quarto film di Stöhr, che completa una filmografia molto interessante iniziata nel 2001 con Berlin is in Germany, una commedia che ha vinto il premio del pubblico Panorama al Festival di Berlino. Il film sarà disponibile in Belgio, Danimarca, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Spagna e Svezia.

Lezioni di armonia (Harmony Lessons)  è il prossimo film della raccolta Award Winning Dramas. Il film è un thriller ambientato in Kazakistan che racconta la storia di Alan (Timur Aidarbekov), un adolescente solitario vittima di bullismo nella sua nuova scuola. La pellicola è stata selezionata e premiata in numerosi festival, tra cui il Chicago Film Festival, l'Hong Kong Film Festival, il Seattle Film Festival, il Tribeca Film Festival, e il Festival di Berlino, dove s'è aggiudicata l'Orso d'Argento per lo straordinario contributo artistico del direttore della fotografia Aziz Zhambakiev, e ha vinto il premio per il Best New Narrative Director a Tribeca, consegnato a Emir Baigazin. Harmony Lessons è la prima produzione professionale di Baigazin ed è il film più acclamato in Kazakistan in questi ultimi anni. Il film sarà disponibile in Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, e Regno Unito.

Dalla Lettonia arriva Mother, I love you, il settimo film della selezione. In questo dramma, il dodicenne Raimonds entra in una spirale di bugie dopo aver cercato di coprire un brutto voto a scuola, finendo ben presto in situazioni completamente fuori controllo. Questa storia di ingresso nell'età adulta è stata paragonata a I 400 colpidi François Truffautper la sua veridicità e crudezza. Dopo essere stato selezionato per un certo numero di festival in tutto il mondo, il film ha vinto sette premi, tra cui il Gran Premio delle Kplus Generation al Festival di Berlino e il premio narrativa al Los Angeles Film Festival. Il regista Janis Nords e l'attrice Vita Varpina sono stati anche premiati al Latvian National Film Festival, dove Mother, I love you è stato premiato come miglior film lettone. Il film sarà disponibile in Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, e Regno Unito.

A chiudere questa grande selezione di film è Le nove parruche di Sophie (The Girl With Nine Wigs), una commedia drammatica del regista tedesco Marc Rothemund. Un decennio fa, Rothemund aveva già diretto Sophie Scholl, un dramma storico acclamato dalla critica, che ha vinto due Orsi d'Argento al Festival di Berlino del 2005. Questa volta il regista si concentra su Sophie (Lisa Tomaschewsky), una giovane donna che, dopo aver scoperto di avere un cancro, decide di radersi la testa e indossare a turno nove parrucche diverse per esprimere se stessa, nel tentativo di combattere la malattia e riassumere il controllo della sua vita. Basato sul bestseller internazionale di Sophie Van Der Tap, The Girls With Nine Wigs è stato descritto come un enorme successo di pubblico. Il film sarà disponibile in Belgio, Danimarca, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia e Regno Unito. 

giovedì 24 novembre 2016, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube