Sei film da non perdere sull’ingresso nell’età adulta

Il passaggio dall'infanzia all'età adulta non è mai facile. Ecco i migliori film europei proposti da Walk This Way sull’ingresso nell’età adulta:

In Bloom, di Nana Ekvtimishvili e Simon Groß (2013, Georgia, Germania, Francia)

Disponibile dal 28 novembre come parte della raccolta Award Winning Dramas

Una rappresentazione magistrale del panorama cinematografico della Georgia, In Bloom è ambientato nella capitale georgiana Tbilisi nel 1992, subito dopo la riconquistata indipendenza del paese. Racconta la storia di due amiche, Eka e Natia, che vogliono lasciarsi l'infanzia alle spalle e fuggire dalla vita di famiglia e dalle opprimenti convenzioni sociali. In Bloom è un bel ritratto di una ragazza che vuole ottenere il controllo sulla sua vita, ed è arricchita dalla splendida fotografia del vincitore dello European Award Oleg Mutu (4 mesi, 3 settimane, 2 giorni di Cristian Mungiu; In the Fog di Sergei Loznitsa...). In Bloom è stato selezionato e premiato in numerosi festival in tutto il mondo tra cui Berlino, Hong-Kong e Parigi.

Mother, I love you, di Janis Nords (2013, Lettonia)

Disponibile dal 28 novembre come parte della raccolta Award Winning Dramas

Presentato in anteprima alla Berlinale 2013, dove ha vinto il Gran Premio della giuria per il miglior film nella sezione Generation Kpluss, e selezionato a rappresentare la Lettonia agli Oscar 2014 come miglior film straniero, Mother, I love you è la storia dell'ingresso nell'età adulta visto attraverso gli occhi di Raimonds, un ragazzo che ha un rapporto complicato con la madre. Dopo una bugia che lo trascina in una pericolosa spirale di eventi, Raimonds deve avventurarsi per le strade di Riga e cercare di ricostruire un rapporto lacerato.

Macondo da Sudabeh Mortezai (2014, Austria)

Disponibile dal 28 novembre come parte della raccolta Award Winning Dramas

Macondo è un film sugli eventi in corso in Europa, mostrati dal punto di vista complesso (e umano) di un bambino sulla questione dei rifugiati. Il film racconta la storia di Ramasan, un undicenne fuggito dalla Cecenia, che vive come rifugiato a Macondo, un quartiere etnico nella periferia industriale di Vienna, occupandosi di sua madre e di due sorelle più piccole. La sua vita viene stravolta quando si presenta un amico di suo padre, morto tempo prima. Con l'interpretazione straordinaria di Ramasan Minkailov, Macondo è stato selezionato a numerosi festival, tra cui Berlino, Hong Kong, Londra e Seattle.  

Jitters, di Baldvin Zophoníasson (2010, Islanda)

Jitters è un racconto di formazione ben scritto, che esplora il complicato rapporto tra genitori e adolescenti e le scoperte sessuali di questi ultimi. Tutto inizia dal primo bacio di un sedicenne a un altro ragazzo; una sensazione forte che non potrà più ignorare. Jitters è una storia che tocca nel profondo e che riesce a cogliere la confusione e l'eccitazione dell'adolescenza. Il film è stato premiato al Kristiansand International Children's Film Festival e agli Icelandic Edda Awards.

Il prossimo film di Baldvin Zophoníasson, Life in a Fishbowl (2014, Islanda), vincitore di dodici Edda Awards, gli Oscar islandesi, sarà disponibile in VoD dal 28 novembre nella raccolta Award Winning Dramas. Non fartelo scappare!

My Skinny Sister, di Sanna Lenken (2015, Svezia, Germania)

My Skinny Sister è un dramma sui disordini alimentari, basato sull'esperienza personale della regista Sanna Lenken. Si racconta della giovane Stella, che entra nel mondo entusiasmante dell'adolescenza avendo come modello e ispirazione personale la sorella maggiore, Katja. La sua vita entra in crisi quando scopre che Katja nasconde problemi di anoressia e bulimia. Una storia di gelosia, amore e tradimento, un brillante debutto della scrittrice e regista svedese che punta i riflettori su cosa significa, per una ragazza, crescere essendo giudicata per come appare invece che per quello è davvero. Il film ha vinto un Orso di Cristallo e la menzione speciale alla Berlinale e vari riconoscimenti a Göteborg, Galway e Lecce. 

Mustang, di Deniz Gamze Ergüven (2015, Francia, Germania, Turchia, Qatar)

Nominato per un Academy Award nella categoria Miglior film straniero e premiato con altri 39 riconoscimenti e 48 nomination, Mustang è uno dei migliori film del 2015. La trama segue cinque sorelle orfane, che crescono nei territori rurali della conservatrice e patriarcale Turchia del Nord. Scoperte a scherzare in modo innocente con i ragazzi sulla spiaggia, i loro tutori, scandalizzati, decidono che è ora di occuparsi del loro destino. Le rinchiudono in casa e iniziano a organizzare i loro matrimoni forzati. Un bel ritratto di cinque ragazze che si avviano alla maturità, accomunate dalla comune passione per la libertà. 

giovedì 24 novembre 2016, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube