Nonna Paulette oppone resistenza improvvisandosi spacciatrice

Dopo L’Origine du Monde (L’Origine del Mondo) nel 2001, Jérôme Enrico, figlio del regista Robert Enrico (Frau Marlene), passa a Paulette, una commedia sociale incentrata su un gruppo di persone anziane che si improvvisano trafficanti di droga per cercare di affrontare la loro instabilità economica e sociale.

Scritto dallo stesso Enrico, insieme a Bianca Olsen, Laurie Aubanel e Cyril Rambour, il film è basato su una storia vera ed ha come protagonista principale Paulette, una vedova disperata, irascibile, razzista e avara che vive in una città, circondata da spacciatori e giovani teppisti. La sua giornata tipo consiste nel recuperare i prodotti invenduti del mercato, nello svolgere alla perfezione il ruolo di scontrosa suocera e nonna con suo genero (il cui unico “difetto” è quello di essere nero) e con suo nipote di razza mista e nel giocare a carte con le amiche, deridendo ogni singolo uomo che commette l’errore di mostrare un interesse per lei.

Un giorno, durante un inseguimento tra un gruppo di delinquenti e la polizia, Paulette si imbatte per caso in un panetto di hashish e, ritenendolo un segno del destino, inizia a spacciare per provvedere ai propri bisogni. Lo smercio di droga prende così il via e i giovani teppisti sono invidiosi del dono per gli affari che l’anziana signora dimostra di possedere. Paulette si vede quindi costretta ad interrompere la sua attività illegale, fino al giorno in cui invita le amiche a casa sua per bere il tè; senza accorgersene, infatti, mette della cannabis nel dolce. E la “torta spaziale” fa il suo effetto…

Ed ecco Paulette di nuovo sulla strada dello spaccio... e del cambiamento, come afferma anche il regista: “Paulette è un’emarginata inserita in un contesto sociale molto particolare. Subisce un cambiamento, sia fisico che morale e, a poco a poco, ritrova la sua dignità. […] Paulette non è un film sulla cannabis, bensì un film sulla precarietà e la solitudine delle persone anziane… ma, soprattutto, è una commedia!”

Al fianco della brava e compianta Bernadette Lafont, musa ispiratrice della Nouvelle Vogue francese, scomparsa nel 2013 (Paulette e Attila Marcel, i suoi ultimi due film dove interpreta il ruolo principale, saranno entrambi disponibili dal 1 settembre), ci sono Dominique Lavanant, Françoise Bertin (scomparsa nel 2014) e la spagnola Carmen Maura (Le donne del 6° piano) nei panni di astute, ingegnose e travolgenti anziane signore che riescono ad affrontare la loro instabilità economica grazie a delle soluzioni sorprendenti fino all’ultimissima scena del film.

Dopo un successo inaspettato al box-office francese (con 1,02 milioni di biglietti venduti nel 2013), Paulette e i suoi traffici illegali saranno disponibili in video-on-demand a partire dal 1 settembre in Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia, Irlanda e Turchia. La pellicola fa parte delle nove Commedie Francesi.

lunedì 14 settembre 2015, di Cineuropa

facebook

twitter

youtube